Grano Saraceno - Verdebios - prodotti ed alimenti Bio, Vasto (Chieti)

Vai ai contenuti

Menu principale:

Grano Saraceno

Stagionalità

Il cereale del mese: il grano saraceno

A dispetto del suo nome il grano saraceno non appartiene, come gli altri cereali, alla famiglia delle graminacee, bensì alla famiglia delle poligonacee.
Tuttavia i semi di grano saraceno hanno delle caratteristiche nutritive molto vicine a quelle dei cereali, per l’elevata presenza di amido ed una discreta presenza di proteine vegetali.

Il termine saraceno deriva dal fatto che originariamente la pianta veniva coltivata in Asia. Cresce spontaneamente nelle zone dell’Europa nordorientale, come la Polonia e la Russia, ed in Italia, la sua coltivazione è localizzata nelle zone alpine e in Valtellina, dove viene impiegato per la polenta taragna e i pizzoccheri.

Il grano saraceno possiede circa il 14% di proteine e una quantità di calcio superiore a quella dei cereali. E’ ricco di ferro e magnesio e flavonoidi che agiscono come antiossidanti. Ha proprietà rimineralizzanti, è calmante, leggermente lassativo e diuretico. Utile per ridurre i livelli di colesterolo e la pressione alta; alimento ideale per la stagione fredda; naturlamente privo di glutine, indicato nell’alimentazione dei celiaci.


Preparazione

Il chicco del grano saraceno si presenta con una forma caratteristica trigona, ha un odore molto forte ed aromatico e nella forma integrale è protetto da una cuticola nera non commestibile. Per essere utilizzati nell'alimentazione umana i chicchi devono esseredecorticati e lavati accuratamente prima di essere cucinati, come gli altri cereali del resto. E' consigliabile un lavaggio in acqua fredda più volte fino a che l'acqua non risulta limpida e priva delle scorie che solitamente vengono a galla. Dopodiché i chicchi vanno scolati e tostati nella pentola di cottura per uno o due minuti. Dopo questa operazione si può aggiungere acqua calda salata nella quantità di circa il doppio del volume del cereale e cuocere per circa 20 minuti. La dose per persona e di circa 80 grammi.
Il grano saraceno in chicchi può essere un'ottima base per le insalate fredde o può essere mescolato a verdure e legumi.
Questo cereale è usato anche come farina adatta per preparare pasta, pane, polente e creme.


Curiosità

Il grano saraceno è un ottimo detergente e ammorbidente naturale per la pelle. Basta polverizzare la farina di grano saracenocon un robot da cucina, passarla al setaccio e, sotto la doccia, strofinarla sulla pelle bagnata, compresa la pelle del viso. Massaggiare l'emulsione che si formerà e sciacquare, la morbidezza assicurata!





 
Torna ai contenuti | Torna al menu